A chi inviare gli inviti?

 Stilare l’elenco degli invitati non sempre è facile, richiede tempo e qualche accorgimento per non fare brutte figure. Prima di mettervi al lavoro con carta e penna dovete già avere l’idea del numero di persone che pensate di invitare. Se avete sempre immaginato il vostro matrimonio come una grande festa con centinaia di invitati oppure se amate i matrimoni intimi con poche persone.  Deciso questo, dovete capire se volete fare la distinzione tra chi parteciperà soltanto alla cerimonia e chi, invece, presenzierà anche al ricevimento. In alcune Regioni questa distinzione non viene più fatta, si preferisce, magari, ridurre il numero di invitati piuttosto che lasciarne a casa una parte dopo la cerimonia.

Come già anticipato, per non fare delle brutte figure dimenticando qualcuno, organizzate una rubrica con i nomi degli invitati. La rubrica deve essere aggiornata costantemente, indicando chi avete già invitato e  l’eventuale risposta. In questo modo avrete il lavoro già fatto per il numero di persone da comunicare al ristoratore. Per facilitarvi il lavoro, selezionate gli invitati tenendo presente tre grandi insiemi, composti da:

  1. Parenti
  2. Amici e colleghi
  3. Conoscenti

Per quel che riguarda i parenti, spesso i genitori fanno delle pressioni  per farvi invitare parenti che magari voi neanche conoscete, in tal caso se lo ritenete opportuno, invitateli pure altrimenti fate capire ai vostri genitori che il vostro giorno speciale lo volete condividere con chi è più vicino a voi. Stilare la lista degli amici è la cosa più semplice, non mettete limiti al loro numero perchè un matrimonio con molti giovani avrà sicuramente una riuscita eccellente. Se un vostro invitato è fidanzato o sposato, non potete fare l’invito rivolto soltanto a lui ma anche alle altre persone come segno di rispetto del loro legame.

Per l’invito dei colleghi rischiate di rimanere impantanati, soprattutto se lavorate in un contesto dinamico a contatto con molte persone. Come fare? E’ chiaro che non potete invitarli tutti ma orientatevi sempre con il criterio delle persone con cui siete più intimi e in sintonia.  Argomento più spigoloso, invece, è quello dei conoscenti, cioè di quelle persone che non possono considerarsi amici ma con cui, per vari motivi, avete dei contatti. In tal caso invitate quelle persone che vi fanno più simpatia e che possano accogliere gradevolmente il vostro invito.

Quando stilate l’elenco degli invitati dovete tenere presente anche degli aspetti tecnici:

  1. Il budget a disposizione
  2. La tipologia di matrimonio che desiderate, se numeroso o meno.
  3. La grandezza della location

 Oltre a considerare chi invitare e chi no, dovete considerare anche gli aspetti pratici, come il numero di invitati che vi eravate imposti e, di conseguenza, il budget a vostra disposizione. Non fate l’errore di indebitarvi per avere un matrimonio numeroso, vi garantiamo che, indipendentemente dal numero di invitati, sarà comunque una giornata indimenticabile anche se condivisa con pochi cari amici. Un altro aspetto da non sottovalutare è la grandezza del luogo della cerimonia e della location del ricevimento che devono essere adeguate al numero di invitati.

Quando ormai la lista è pronta, e deve esserlo con largo anticipo rispetto alla data delle nozze, è il momento di considerare i tempi di consegna di partecipazioni e inviti. Gli inviti devono essere spediti due mesi prima del fatidico giorno. Evitate gli inviti all’ultimo minuto perchè possono essere percepiti come un gesto di scortesia.

Il successo di un matrimonio dipende molto dalla condivisione dei momenti più belli con le persone presenti alle nozze, per questo non fatevi prendere dagli inviti  “d’obbligo” ma invitate le persone care e più vicine che sicuramente sapranno partecipare alla vostra gioia festeggiando con voi in un giorno così importante.

Commenta anche tu questo articolo

Clicca su "Mi piace" e seguici anche sulla nostra pagina facebook.