Abito da Sposa, i modelli che valorizzano la Sposa

Pubblicato da  //  SPOSA, Abito Sposa

L’abito da sposa deve essere proporzionato alla figura, deve esaltarla rendendo la sposa raffinata senza eccedere. E’ importante individuare il giusto modello tenendo in considerazione anche la costituzione fisica a cui l’abito da sposa si deve adeguare esaltando la bellezza di ogni donna. L’abito da sposa da scegliere deve essere quello che vi sta meglio, quello che risalta il vostro corpo. Per ottenere la soluzione più adatta alla vostra linea è determinante che vi facciate consigliare da occhi esperti oltre che da eventuali mamme ed amiche che avranno l’onore di accompagnarvi nel giro degli atelier. Il modello di un abito può valorizzare o deprimere i vari elementi del vostro corpo come il decoltè, la statura, il viso. Gli atelier hanno a disposizione centinaia di modelli, per cui scegliere il vostro abito da sposa può richiedere tempo rischiando di andare in confusione se non si parte da casa con le idee chiare. Un punto essenziale da soddisfare per primo è quello inerente alla tipologia di modello dell’abito, è bene cercare di fare una selezione del modello come primo passo. Per questo, quando vi recate negli atelier provate le varie tipologie di modelli per capire con quale vi sentite a vostro agio, una volta scelta la tipologia di modello potrete dedicarvi ai particolari come il colore, le applicazioni e gli altri dettagli. Una caratteristica dell’abito da sposa importante per riequilibrare le proporzioni del corpo è il punto vita. Per aiutarvi a capire quale possa essere l’abito più indicato al vostro fisico vi indichiamo i modelli che vi verranno proposti negli atelier.

Impero: è uno stile molto semplice ma estremamente elegante, caratterizzato dalla vita alta con giunzione tra corpetto e gonna appena sotto il seno, e gonna svasata che cade dolcemente sul corpo. E’ adatto a spose che desiderano nascondere qualche rotondità e a quelle con seno piccolo perchè il taglio a vita alta mette in risalto il decoltè e non segna i fianchi. L’abito Stile Impero rende la sposa regale e sontuosa.

Redingote: la particolarità di questo modello è data dalla presenza di un punto vita stretto e più alto rispetto al normale. E’ realizzato con tagli verticali che partono dalle spalle e scendono in basso modellando il punto vita. La gonna a teli si stacca dal corpetto nella parte alta del busto, per poi allargarsi sulla pancia e fianchi. Il nome di questa linea deriva da “riding-coat” letteralmente “soprabito per cavalcare”. E’ una linea semplice ed ideale per nascondere le rotondità. Per una sposa che vuole essere solenne non rinunciando alla modernità.

Peplo: questo modello si ispira alle tuniche delle donne dell’antica Grecia, è un abito particolarmente elegante con un taglio lineare, arricchito da drappeggi che gli danno movimento.

 Ottocento: si caratterizza per la meravigliosa gonna ampia unita ad un corpetto aderente. Sotto la gonna va indossata una sottogonna in tulle che da volume pur essendo leggerissima. Adatta per le spose sia esili che formose ma soprattutto è l’abito ideale della sposa romantica che vuol vivere un matrimonio da favola.

Your ads will be inserted here by

Easy Plugin for AdSense.

Please go to the plugin admin page to
Paste your ad code OR
Suppress this ad slot.

 Tubino: modello molto sobrio che segue le linee del corpo senza essere aderente. La gonna è dritta e cade senza creare ampiezze o stringere. E’ scelto da spose che amano essere eleganti nella semplicità. Può essere realizzato con tessuti importanti come la seta o il pizzo macramè.

Sirena: è un modello fasciante per cui è adatto per chi ha un fisico longilineo con bacino e fianchi stretti. Il taglio sottolinea i fianchi per poi allargarsi all’altezza del ginocchio o a metà gamba e terminare con un piccolo strascico.

Bustier: alla gonna ampia in stile settecento si accompagna il corpetto steccato, stretto sulla schiena con chiusura stringata. Può essere in tessuto semplice oppure ricamato. E’ indicato per chi non ha troppo seno e per chi vuole nascondere i fianchi mettendo in risalto il busto.

A Palloncino: riprende la moda degli anni ’50, aderente sul busto con gonna ampia, gonfia e arricciata. L’orlo della gonna può essere rimborsato o stretto da una fascia sul fondo. Il corpetto, generalmente, è a scollo totale. Ideale per le spose giovani che desiderano un abito da sposa elegante ma sbarazzino. I tessuti più utilizzati per questo modello di abito da sposa sono taffetà, organza e gazar.

 A Sottoveste: essenziale ed elegante, si rifà al taglio della sottoveste. A renderlo particolare è la presenza di un ampio decoltè, spalline sottili e scollo sulla schiena. Il tessuto leggero veste la sposa seguendo le linee del corpo. Ideale per i matrimoni di sera, può essere accompagnato da scialli o giacchini

Commenta anche tu questo articolo

Clicca su "Mi piace" e seguici anche sulla nostra pagina facebook.