Il Velo da Sposa

Pubblicato da  //  SPOSA, Accessori, Il Velo

Il velo da sposa è l’elemento che più di ogni altro caratterizza la sposa. Nell’immaginario collettivo al concetto di sposa si associa l’immagine di una dolce sposina in bianco con un romantico velo a strascico. Insomma salvo qualche eccezione la sposa classica è quella che indossa il velo. Il motivo di questa associazione imprescindibile lo possiamo scoprire se andiamo indietro nella storia del matrimonio, ci renderemo conto di come la tradizione del velo da sposa sia addirittura millenaria e di come abbia avuto significati diversi a seconda dell’epoca. Basti pensare che già ai tempi dei Romani le spose indossavano il  “flemmum”, un velo che ricopriva il viso, come indumento di buon auspicio. Con il passare del tempo, il velo ha perso ogni significato simbolico per diventare un elemento di ornamento della sposa.

Come scegliere il velo:

Negli ultimi cinquant’anni il velo ha subito numerosi cambiamenti, accorciandosi o allungandosi in sintonia con le mode del momento, per cui oggi è possibile scegliere tra diversi modelli. In quanto elemento di ornamento il semplice velo  si è arricchito, per cui oggi la scelta viene fatta considerando degli aspetti puramente estetici:

  • il tessuto del velo: alcuni atelier propongono di spezzare scegliendo tessuti per il velo completamente diversi dal vestito, ma il nostro consiglio è quello di abbinare  i materiali  creando un insieme armonico. In genere il velo è in semplice tulle con o senza profilo ma possono esserci anche veli in  pizzo, organza, seta. Naturalmente il tessuto del velo deve essere abbinato a quello del vestito. Se l’abito è in tessuto ricamato, il velo deve essere di semplice tulle con profilo uguale al vestito, cioè non tutto il velo deve essere ricamato ma solo il profilo per non avere un effetto eccessivo.  In generale se l’abito è molto ricco il velo deve essere piuttosto semplice, magari in tulle senza profilo o con un leggero profilo che richiami lo stile dell’abito, viceversa, se l’abito è semplice, il velo può essere più importante, in tulle di seta o di pizzo oppure impreziosito da applicazioni;
  • il profilo del velo: il profilo è il tessuto che viene applicato ai bordi del velo per impreziosirlo, può essere largo o stretto e, ancora,  in pizzo, seta, organza, raso o con applicazioni in perle, fiori o cristalli. Per un vestito sobrio scegliate un velo con profilo  ricco, molto belli quelli con applicazioni in cristalli o perline.  Al contrario, per un vestito molto ricco scegliete un velo con profilo stretto e semplice. Per esempio se il vestito è in tessuto ricamato come il pizzo, il velo  deve essere in tulle con profilo dello stesso tessuto dell’abito, non è indicato, invece, un profilo in raso che va abbinato ad un abito senza ricami. Per un abito sbarazzino si può anche optare per  il velo “a taglio vivo”, cioè senza profilo;
  • deve essere abbinato all’abito: il velo completa l’abito per cui deve essere in armonia con esso. Con un abito corto o alla caviglia occorre indossare un velo “a voliera” o corto alle spalle.  Con un abito lungo senza strascico il velo indicato è quello corto al gomito oppure lungo “classico”. Con un abito lungo con strascico va abbinato corto al gomito o quello lungo scegliendo tra le varie tipologie.
  • deve adattarsi all’acconciatura: la scelta del velo deve considerare anche il tipo di acconciatura che verrà realizzata, in modo da creare un’unica struttura armoniosa. Se i capelli verranno lasciati sciolti, il velo deve superare la loro lunghezza, state ben attente che i capelli non siano più lunghi del velo.  Se volete che il velo parta da sotto l’acconciatura, questa deve essere molto alta e il velo non può scendere davanti il viso;
  • deve valorizzare il corpo della sposa: per le spose alte è indicato sia il velo corto al gomito che quello lungo, per le spose non molto alte è meglio un velo corto alle spalle o al gomito preferibilmente senza il profilo;
  • deve essere in sintonia con il tipo di cerimonia: se la celebrazione del matrimonio verrà effettuata in una piccola chiesa di campagna è indicato il velo corto “a voliera” o alle spalle. Se avete scelto una imponente cattedrale il velo deve essere sontuoso, quindi indicato il velo lungo “classico” o il più scenografico ” cattedrale”;
  • il velo e i gioielli: i profili con perline e cristalli fanno del velo un vero e proprio gioiello per cui vanno abbinati non solo all’abito che dovrà essere piuttosto semplice ma anche ai gioielli che la sposa indosserà. Per cui, se indossa cristalli il profilo deve avere i cristalli e non le perle e viceversa. Ricordatevi sempre che l’obiettivo deve essere quello di impreziosire e valorizzare la sposa;

  • il velo e la personalità della sposa: la sposa deve incedere verso l’altare con eleganza e solennità. Per questo, nell’indossare il velo, deve sentirsi a proprio agio e non apparire impacciata nei movimenti. Il nostro consiglio è quello di scegliere il velo anche in base alla propria personalità. Per cui se abitualmente siete iperdinamiche e non state mai ferme è meglio scegliere un velo corto in modo da sentirvi libere di muovervi. Se avete una personalità più pacata potete indossare il velo lungo senza il rischio di inciampare appena fuori casa. Insomma, quando lo provate accertatevi se vi sentite libere nei movimenti per non perdere la vostra innata  eleganza.

Tipologie di velo

  • velo corto “a voliera”: è il velo più romantico, scende fino alle spalle, copre il volto della sposa e verrà alzato dal futuro marito davanti l’altare;
  • velo al gomito: è formato da uno strato unico ed arriva al gomito;
  • velo classico o da valzer: è un velo lungo che copre la sposa avvolgendola dalla testa ai piedi, è chiamato così perchè, pur essendo lungo, permette alla sposa di ballare liberamente;
  • velo a mantella: appoggiato sul capo, scivola lungo il vestito;
  • velo allacciato ai polsi: appoggiato sul capo, viene legato ai polsi in modo da creare una vera e propria mantella;
  • velo “a cappella”: velo particolarmente lungo poggia sul pavimento formando lo strascico;
  • velo “cattedrale”:  è un velo molto lungo, non dovrebbe superare i tre metri, è molto scenico;

Commenta anche tu questo articolo

Clicca su "Mi piace" e seguici anche sulla nostra pagina facebook.